I più paurosi racconti dal Nord per un Halloween scandinavo

halloween scandinavo

FESTE, FANTASMI E SPIRITI PER IL TUO HALLOWEEN SCANDINAVO

Quando si tratta di storie dell’orrore, pochi fanno meglio del Nord: non a caso è famoso per il Noir, per i thriller e per i pittoreschi film dell’orrore. Ora che si avvicina la festa più oscura e paurosa dell’anno, forse è ora di cercare qualcosa di diverso e guardare a un Halloween scandinavo. E se non puoi festeggiarlo direttamente in Scandinavia, puoi rendere il tuo Halloween scandinavo, almeno nello stile.

Come ogni cultura, anche la Scandinavia ha il suo folklore fatto di storie di spiriti, fantasmi, quasi tutti risalenti all’XIX secolo. In questo periodo, figlio del romanticismo, anche nei paesi scandinavi nacque un interesse verso le radici delle proprie nazioni, oltre il cristianesimo e verso il passato mitologico, ovviamente rielaborato. Fiabe ad hoc per spaventare i bambini, principalmente per spingerli a obbedire ai genitori. Oggi, invece, sono un ottimo spunto per divertirsi con gli amici.

Halloween scandinavo:

IL FANTASMA DI MARE

Uno spirito maligno, più che un fantasma. Un folletto che, mentre dormi, si siede su di te e ti porta incubi e brutti sogni. Le storie di Mare risalgono al XII secolo, quando il re Vanlandi Sveigðisson di Uppsala morì durante un incubo.

Si diceva che sua moglie, che aveva abbandonato dieci anni prima, chiese a una strega di usare i suoi sogni per attirarlo di nuovo da lei o, in caso contrario, ucciderlo. Quando si dice essere vendicativi.

PESTA, LA MORTE NERA

Pesta è la personificazione della peste. Secondo la leggenda, se viene a casa tua con un rastrello, alcuni membri della famiglia potrebbero sopravvivere. Ma se viene con una scopa, siete tutti condannati. Di solito è descritta come una vecchia brutta e raggrinzita.

Pesta, chiamata anche “Strega della Peste”, è ancora talvolta menzionata in relazione alla morte nell’Europa del Nord. Risale al Trecento, quando la più disastrosa peste della storia sconvolse tutto il continente, Scandinavia compresa.

DRAUGEN (DRAUGR)

Il fantasma di un uomo morto in mare, Draugen (in origine Draugr) ha molte storie a suo nome. In una versione, un uomo scappò dal fantasma, chiamando i morti per salvarlo. Il giorno dopo, il cimitero era coperto di alghe marine e le tombe erano spalancate.

Enorme, avvolto in alghe marine e urlante, molti sostengono di vedere Draugen durante le tempeste, quando fa affondare le barche e annega i marinai. Simpatico.

Studia con noi
le Lingue Nordiche!

istituto culturale nordico corsi online aurora boreale

LE MACABRE NARRAZIONI DEI MYLING

La più inquietante di queste storie riguarda le narrazioni dei Myling, o Mylingar, che raccontano di bambini non desiderati o uccisi. A volte i fantasmi sono anche chiamati utburd, che significa “ciò che è fuori”.

I fantasmi di questi bambini desiderano essere seppelliti adeguatamente, quindi saltano sulla schiena della prima persona che incontrano e chiedono di essere portati in un cimitero. In alcune storie, il fantasma di Myling svuota di energia il suo cavaliere umano. In altre, l’essere umano è troppo debole e muore per lo sforzo. Il fantasma assume spesso forma umana man mano che si avvicina al luogo di sepoltura ed è descritto, nonostante rappresenti un bambino, come uno spirito molto grande. Si ritiene che queste storie siano state scritte in risposta a casi di infanticidio; un argomento tabù.

Articolo in collaborazione con

Robin Mørensson,
founder @ NØGLEN

Lascia un commento

Studia con noi!

5/5
N.1 in Italia per l’insegnamento delle Lingue Nordiche

Partenza prossimo trimestre
08 APRILE 2024