Il Kalevala e la misteriosa mitologia finlandese

Kalevala

NATURA E SPIRITI: GUIDA COMPLETA ALL’ANTICA MITOLOGIA DELLA FINLANDIA

Usciamo dal Valhalla, il mondo mitologico scandinavo a cui si legano Danimarca, Svezia, Norvegia e Islanda, e immergiamoci nel Kalevala, il poema epico che raccoglie le principali vicende degli eroi della particolarissima mitologia finlandese.

L’antica religione finnica, legata alla natura e in antichità molto seguita nelle attuali Finlandia ed Estonia, pur non avendo fatto breccia nell’immaginario comune come Thor e Odino rimane comunque molto affascinante e ricca di leggende e dettagli.

Indice pagina:

Studia con noi!

Istituto Culturale Nordico Scandinavia Istituto Culturale Nordico aurora boreale i boreali 2024

IL RICCO TESORO DELLA MITOLOGIA FINLANDESE

La mitologia finlandese è un tesoro culturale ricco di storie epiche, dei e creature mistiche che si intrecciano con la natura selvaggia della Finlandia.

Questa mitologia è stata tramandata oralmente per secoli prima di essere raccolta e trascritta nel famoso poema epico conosciuto come il Kalevala.

Al pari della mitologia norrena che ha condizionato inevitabilmente la cristianizzazione dei paesi scandinavi, così la mitologia finlandese ha condizionato e condiziona anche l’odierna popolazione, con tradizioni attuali derivate proprio da quelle antiche, a partire dallo stretto rapporto che i finlandesi hanno con la natura.

CHE COS’È IL KALEVALA

Come detto, secoli di miti tramandati oralmente sono stati tramandati nel Kalevala (pron. Kah-leh-vàh-luh) scritto dal filologo, medico e botanico Elias Lönnrot nella metà dell’Ottocento. L’immensa opera raccoglie tutta la mitologia, dalla creazione della terra alle vicende dei principali eroi serpe attraverso poesie, ballate e canzoni su modello medievale. Sicuramente, Lönnrot aveva bene in mente l’Edda poetica, la raccolta medievale di poemi che racconta le vicende degli dei norreni.

Tuttavia, il Kalevala non è l’unico testo. Prima di lui, nel XVI secolo, Mikael Agricola aveva scritto diversi testi relativi ai miti finlandesi per preservarne le informazioni, tanto da essere conosciuto oggi come il Padre del finlandese letterario. Tuttavia, solo il Kalevala offre dettagli così ricchi e completi su ciò in cui le antiche popolazioni finniche credevano e che consideravano sacro.

LA CREAZIONE DEL MONDO

Secondo la mitologia finlandese, il mondo è stato creato da Ilmatar, figlia del dio Ukko, il sovrano supremo degli dei ed entità paragonabile a Zeus per gli antichi greci.

Ilmatar, spirito vergine e una dea dell’aria, scende a riposare in acque calme per 700 anni. Quando si sveglia, un uccello atterra sulle sue ginocchia e depone sette uova, di cui sei fatte d’oro e una di ferro. Le uova cadono dal suo grembo, atterrando in acqua. Le uova si frantumano sotto di lei, creando la Terra. Il fondo del guscio forma la terra, mentre la parte superiore del guscio forma il cielo. Il bianco dell’uovo forma la luna e le stelle, mentre il tuorlo forma il sole.

Nello stesso momento esce anche Väinmöinen, eroe semidio, protagonista del Kalevala e saggio poeta, che per anni nuota attraverso tutti i mari prima di riposarsi sulla terra. È un personaggio saggio e potente, in grado di suonare l’arpa magica con maestria. La sua saggezza e conoscenza delle arti magiche sono fondamentali per la sopravvivenza del suo popolo.

GLI ALTRI EROI DEL KALEVALA

Il Kalevala è un’opera letteraria di grande importanza nella cultura finlandese. Racconta le gesta degli eroi Väinämöinen, Ilmarinen e Lemminkäinen, che si avventurano in incredibili missioni per proteggere il loro popolo e affrontare forze oscure.

Questi personaggi eroici sono diventati icone della cultura finlandese e simboli di forza e coraggio. Oltre a Väinmöinen, c’è il dio dell’aria Ilmarinen, abile fabbro e costruttore di oggetti magici. È famoso per aver forgiato il celebre Sampo, un manufatto mitico che dona abbondanza e fortuna a chi lo possiede. Lo strumento ha tre lati: il primo crea sale, il secondo grano, e il terzo soldi ed è l’oggetto di discussione dell’opera, visto che molte divinità cercano di rubarlo. Inoltre, si dice che Ilmarinen abbia creato anche la cupola del cielo.

Lemminkäinen è un eroe avventuriero noto per il suo aspetto attraente le sue imprese audaci. È un abile cacciatore e guerriero, ma spesso si trova coinvolto in situazioni pericolose, compresa l’avventura che porterà al suo annegamento nel fiume Tuonela. Verrà riportato invita dalla madre Lempi.

LA RIVALITÀ CON JOUKAHAINEN

Infine, Joukahainen, rivale del personaggio principale, Väinämöinen. È un giovane con molta fiducia in se stesso e crede di essere superiore a Väinamöinen. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, Joukahainen non è un cattivo. Nella mitologia finlandese, non c’è “bene” e “male”. È più ordine contro caos, similmente a quanto accade nella mitologia scandinava. Le due mitologie del resto sono molto vicine anche per quanto riguarda il loro pessimismo (gli dei sono mortali).

Un giorno, Joukahainen sfida Väinämöinen ad una battaglia canora, ma perde contro il suo avversario e viene poi gettato via in una palude.

CREATURE E SPIRITI DELLA MITOLOGIA FINLANDESE

La mitologia finlandese è popolata da una vasta gamma di creature e spiriti affascinanti. Questi esseri misteriosi sono spesso legati alla natura e ai fenomeni naturali. Vediamone alcuni:

Menninkäiset: Gnomi e spiriti domestici
I menninkäiset sono piccoli esseri magici che vivono nelle case finlandesi. Sono noti per aiutare nelle faccende domestiche e proteggere la famiglia. Tuttavia, se disturbati o trascurati, possono causare disastri e sfortuna.

Louhi: La strega malvagia
Louhi è una strega malvagia che appare nel Kalevala. È una figura oscura e potente, spesso associata a tempeste e disastri naturali. La sua sfida con gli eroi del Kalevala crea momenti di tensione e suspense nell’epopea.

L’AURORA BOREALE

Parte della mitologia finlandese è anche l’aurora boreale, che del resto per quelle popolazioni ha sempre rappresentato una normalità. Uno dei miti più importanti la vede come una volpe: in finlandese, il fenomeno si indica come revontulet, che letteralmente significa fuochi di volpe. Nel mito, infatti, si afferma che le luci sono create da una volpe di fuoco che corre sulla neve così veloce da creare scintille sulla coda.

Nel Kalevala la teoria è più oscura, e le aurore vengono indicate come le fiammeggianti porte del nord.

Articolo in collaborazione con

Robin Mørensson,
founder @ NØGLEN

Lascia un commento

Studia con noi!

5/5
N.1 in Italia per l’insegnamento delle Lingue Nordiche

Partenza prossimo trimestre
08 APRILE 2024