I Seminari

I SEMINARI

La lingua vive una costante evoluzione che riflette ed esprime la cultura cui appartiene e, per tale ragione, l’Istituto Culturale Nordico ha scelto di inserire nel ventaglio delle proprie proposte anche dei seminari dedicati alla runologia e alle antichità nordiche

LE RUNE

Periodicamente l’Istituto Culturale Nordico propone un ciclo di tre seminari dedicati alle rune scandinave e strutturati secondo la suddivisione temporale della produzione runica nel mondo nordico:
la Fase Antica (Età del Ferro),
l’Epoca Vichinga (secoli VIII – XI)
e il Medioevo (dal 1066 alla Riforma).

Ogni seminario è costituito da una base di introduzione storica del contesto, di descrizione della sequenza runica utilizzata in quei secoli e della tipologia di testi con essa realizzati, cui segue la lettura di un’antologia di iscrizioni, che varia ad ogni edizione e contribuisce ad evidenziare un aspetto culturale specifico del periodo.

Non sono necessarie conoscenze linguistiche o filologiche per accedere alla frequenza dei seminari, mentre sarebbe consigliato, ma non indispensabile, seguirne l’ordine cronologico.

La prima attestazione scritta delle lingue nordiche precede di molto la loro attuale suddivisione ed è costituita dalle iscrizioni runiche.

La sequenza runica è infatti il più antico alfabeto adottato dalle popolazioni germaniche, che lo utilizzarono prima dell’incontro con quello latino portato dal cristianesimo. La conversione alla nuova fede e l’abbandono delle antiche usanze pagane avvenne però nel mondo nordico con un ritardo di alcuni secoli rispetto alle altre realtà germaniche e questi consentì alle rune di trovare un contesto ideale nel quale esprimersi. La produzione runica scandinava copre un arco temporale di quasi 1500 anni, fornendo di conseguenza una grande ed eterogenea quantità di materiale da studiare.

La sequenza runica è detta fuþark, nome che deriva dai primi sei caratteri di cui è composta:
F U ê A R K
F U TH A R K

Le Origini delle Rune e il Culto di Odino
Il seminario, articolato in 4 incontri, non richiede conoscenze pregresse ed è rivolto a quanti desiderano avvicinarsi, anche per la prima volta, al mondo della scrittura runica e a quello delle antichità nordiche. La parte inziale del corso è dedicata alla presentazione del Futhark Antico (sequenza e sue attestazioni; teorie sulla sua origine; nomi delle rune; tecnica di traslitterazione e trascrizione) e sul relativo contesto storico (Scandinavia dell’Età del Ferro, II – VII sec. d.C. circa); la seconda parte ruota intorno all’approfondimento della tematica del rapporto tra la scrittura e la magia e tra le rune e Wotan – Odino, attraverso la proposta di un’antologia di iscrizioni, che i partecipanti riusciranno a leggere in autonomia sotto la guida della docente e con il supporto della relativa introduzione linguistica, archeologica e storica.

Le Spedizioni Vighinghe
Il corso, articolato in 4 incontri, è dedicato alle iscrizioni runiche realizzate in Epoca Vichinga, secoli VIII – XI d.C., per mezzo della sequenza runica del Fuþark Recente. Dopo una fase introduttiva del contesto storico e della tipologia di rune utilizzate, si passa all’analisi della classica struttura formulare delle iscrizioni di questo periodo. In questa sezione viene anche mostrato come utilizzare gli strumenti digitali di pubblico dominio utili allo studio del corpus, mentre la lettura di un’antologia di iscrizioni viene proposta nella sua veste di fonte storica per la ricostruzione delle principali direttrici di espansione delle spedizioni vichinghe, con particolare attenzione alla zona del Baltico e al territorio dei Rūs.

Madrepatria e colonie
Il corso, articolato in 4 incontri, è dedicato alle iscrizioni runiche realizzate a partire dalla seconda metà del secolo XI d.C. fino alla Riforma. Insieme alla sequenza del Futhark Medievale vengono presentati i suoi utilizzi nella contemporanea società scandinava ormai cristianizzata e strutturata secondo il modello continentale. L’eterogeneità delle iscrizioni conservatesi fino ad oggi è illustrata attraverso l’analisi di numerosi esempi tratti dai principali contesti urbani svedesi, danesi e norvegesi, con un’attenzione particolare per le iscrizioni di Bergen. Oggetto di approfondimento è la produzione runica della colonia di Groenlandia, la cui analisi è un recente traguardo della moderna runologia.

TEST SULLE RUNE E I VICHINGHI

ANTICHITÁ NORDICHE

Un ritratto a tutto tondo del ruolo svolto dalle donne nella società vichinga alla luce di fonti archeologiche, runiche e letterarie, sorprendente per la sua modernità. Figure femminili forti, indipendenti, capaci di reggere l’economia di famiglia e di ereditare e gestire grandi proprietà terriere ed attività commerciali. Guerriere all’occorrenza, regine e maghe e guaritrici. Grandi donne, protagoniste silenziose di uno dei periodi più avvincenti della storia nordica.

Tra realtà e leggenda alla ricerca dei guerrieri-belva dell’epoca vichinga.
Un avvincente percorso tra storia e leggenda con l’intento di ricostruire la figura dei guerrieri-belva di epoca vichinga alla luce delle fonti letterarie medievali, delle iscrizioni runiche di epoca vichinga e dei ritrovamenti archeologici della tarda Età del Ferro. Per scoprire insieme le origini del mito dei temibili uomini orso e uomini lupo, sempre in prima linea in battaglia, feroci e tremendi a vedersi, che né ferro né fuoco potevano ferire.

Tecniche di navigazione, tecniche di costruzione e valore simbolico delle imbarcazioni nella società scandinava dei secoli VIII – XI
Veloci, leggere e resistenti le navi vichinghe erano adatte sia alla navigazione in mare aperto sia nelle basse acque di coste e fiumi. Grazie ad esse gli antichi popoli scandinavi tra i secoli VIII e XI raggiunsero i confini del mondo e aprirono nuove vie commerciali, fondando colonie e accumulando tesori e ricchezze. L’immagine di queste navi dalla prua a forma di drago riecheggia nella mitologia nordica ed è incisa nelle pietre runiche e nelle navi venivano deposti i defunti per l’ultimo simbolico viaggio. Solo eccezionalmente sono giunte fino ai giorni nostri: di alcune resta solo l’impronta, altre si sono conservate e si ergono oggi nuovamente maestose nei Musei ad esse dedicati in Scandinavia.

…PROSSIMAMENTE

Un seminario di 4 incontri dedicati all’utilizzo delle fonti storiche nella produzione della serie più famosa dedicata ai vichinghi. Alla scoperta di chi realmente fossero i protagonisti di Vikings e della cultura materiale della Scandinavia dei secoli VIII – XI.

Chi erano veramente i giganti? E chi erano gli dèi che li combattevano? Cosa annuncia il Ragnarök e che significato ha nel mondo scandinavo antico? Un ciclo di quattro incontri durante i quali personaggi ed eventi della serie televisiva Ragnarök verranno messi a confronto con gli originali mitologici cui si ispirano, alla scoperta di una sorprendente modernità degli antichi miti.

LA DOCENTE

seminari rune

La dottoressa Luisella Sari durante un seminario al festival I Boreali

Luisella Sari ha conseguito il dottorato in Filologia Germanica presso l’Università di Padova specializzandosi in runologia con una tesi dedicata alle iscrizioni della regione svedese di Södermanland. Ha esperienza di didattica a livello accademico e ha pubblicato degli articoli scientifici nell’ambito della runologia. Ad oggi tiene regolarmente conferenze e seminari.

Più volte invitata dalla casa editrice Iperborea in occasione dei Boreali, ha presentato interventi dedicati alle rune e ad alcuni aspetti culturali dell’Epoca Vichinga. Per conto di Hoepli ha pubblicato all’interno della collana Le Basi il volume Rune Scandinave – La scrittura degli dèi del Nord dedicato alla produzione runica del mondo nordico dalla sua fase più antica fino al Medioevo. Tra le altre collaborazioni la partecipazione a Be Nordic e un contributo per La Lettura del Corriere della Sera.

Collabora da anni con l’Istituto Culturale Nordico e si occupa di divulgazione culturale anche attraverso i propri canali social

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle partenze dei Corsi Collettivi Trimestrali,
dei Seminari, degli Eventi e delle date degli appuntamenti per ottenere le Certificazioni ufficiali (es: Tisus e Swedex).